venerdì 21 aprile 2017

PROGETTAZIONE PARAMETRICA BIM CON REVIT DI AUTODESK®

CORSO BASE - LIVELLO BIM 1

Presentazione.

Autodesk® Revit Architecture è ad oggi uno dei più potenti software per la progettazione architettonica parametrica. Se approcciato nel modo corretto, consente la creazione di progetti dettagliati e ricchi di informazioni sia grafiche che testuali; il tutto in tempi più brevi rispetto al classico sistema CAD 2D, poiché le modifiche apportate sono istantanee in tutte le viste del progetto.

Operativi fin dalle prime lezioni.
Insegnato correttamente, Revit Architecture possiede una delle migliori curve di apprendimento in assoluto, permettendo all'utente di imparare velocemente un sistema di progettazione che da grandissimi risultati. Il corso è stato pensato per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo software e che vogliono imparare ad utilizzarlo per produrre tavole tecniche complete di piante, prospetti, sezioni, dettagli architettonici e costruttivi, tavole comparative (rossi e gialli), abachi quantità e vista prospettiche ombreggiate.Si tratta di un corso completo in cui si impara il software in modo completo, partendo da zero.

Programma del corso.
Tenendo conto che la maggior parte degli utenti arriva da AutoCAD, il corso inizierà dalla presentazione dell’interfaccia grafica e gli strumenti di gestione del disegno più importanti; ampia descrizione del concetto di BIM (Building Information Model) e del data-base che rappresenta il cuore di Revit e che consente la gestione centralizzata del progetto, dei suoi dati grafici e di quelli analitici; tutto il resto è sommabile in modellazione, creazione e gestione ma soprattutto comprensione di un sistema di lavoro completamente differente da quello usato in AutoCAD.

Argomenti trattati.

  • Introduzione: filosofia della progettazione BIM in REVIT e primo avvio del software.
  • Comprendere Revit: organizzazione e gestione database, comprensione di categorie, famiglie, tipi ed istanze.
  • Interfaccia grafica: menù, barra multifunzione, strumenti di accesso rapido, opzioni, pannello proprietà e browser di progetto.
  • Operazioni di base: creazione del file di modello (template), gestione dei files, unità di misura, strumenti di disegno, di selezione e modifica degli oggetti.
  • Gestione grafica degli elementi: materiali, tipi linea, retini, linee di modello e di dettaglio, browser dei materiali, assegnazione, retini di disegno e di modello, orientamento retini, creazione con importazione da *.pat (retini AutoCAD), griglie e personalizzazione, piani di riferimento.
  • Ambiente di lavoro: utilizzo dei livelli, inserimento DWG come sotto-lucido di riferimento, personalizzazione livelli, griglie, riutilizzo di elementi grafici da DWG.
  • Locali: creazione, delimitazione, calcolo area e volume.
  • Terreno e superficie topografica: creazione e modifica punti topografici, superficie topografica da file DWG e CSV, sistema di coordinate, posizione nord reale e di progetto, illuminazione ambientale.
  • Quotatura: creazione stili di quota, quotatura veloce, personalizzazione quote.
  • Etichette: etichette per categoria, materiale, assegnazione e personalizzazione.
  • Gestione delle viste: piante, sezioni, prospetti, assonometrie, viste prospettiche e spaccati.
  • Fasi di lavoro: comprensione, creazione e gestione delle fasi temporali, demolizioni e rifacimenti (rossi e gialli), ottimizzazione del browser di progetto.
  • Elementi di dettaglio: dettagli ripetuti, regioni, riempimenti e campiture, dettagli costruttivi da DWG.
  • Messa in tavola e stampa: modelli di vista, aspetto degli oggetti nelle viste.
  • Esportazione: verso AutoCAD e DWG, formato di interscambio IFC. 

Che cosa si impara in questo corso?
I partecipanti acquisiranno le competenze base, comprenderanno la filosofia progettuale e impareranno l'utilizzo dei comandi necessari per sviluppare un progetto, partendo dall’ideazione fino alla redazione delle tavole autorizzative.

mercoledì 15 marzo 2017

Modificare il dato numerico di una quota in Revit.

In aula e nella professione mi capita di interagire con persone provenienti da altri software; per scelta delle software house questi strumenti NON sono tutti uguali e alle volte la soluzione seppure semplice non é immediata.
Oggi vediamo come m
odificare il dato numerico di una quota. 

Posto che, se avete l'esigenza di modificare una quota potrebbe anche significare che il problema risiede in come disegnate, un sistema in Revit c'è. Seppure ufficialmente non possibile, lo stratagemma c'è.
Diciamo che devo modificare la quota "1.59" per farla diventare 1.60".


Con un doppio click accedo alle informazioni della quota, con "Sostituisci con testo" inserisco "1.60".
Non funzionerà perché, come dice la scritta, la stringa deve iniziare con un testo.

Lo stratagemma sta nell'inserire un carattere invisibile Unicode qualsiasi, il primo della lista va bene.
Questo "imbroglierà" Revit, consentendoci di inserire dopo il carattere, un valore numerico, "1.60" in questo caso. Il carattere Unicode rimarrà invisibile.

Cliccando su "Applica" ed infine "Ok", la modifica sarà valida.

martedì 5 luglio 2016

TRIP-FX web-serie

Trip-FX mi dedica una delle sue interviste. In questo "episodio" si parlerà di rendering in GPU con NVIDIA Iray e di sistemi di progettazione BIM con AUTODESK Revit.

dellaschiava iray revit
Trip-FX 1x014 Intervista a Ferruccio Della Schiava - 3D Artist - Iray e Revit Specialist


Trip-FX è una web-series, edita da Matteo -MatEvil- Migliorini, che nasce con lo scopo di portarci in giro per il mondo dei Visual FX (e non solo) proponendo interviste, reportage, opinioni o semplici approfondimenti sul mondo della Computer Grafica.

Il video dell'intervista, insieme alle altre pubblicate da Trip-FX, lo potete trovare QUI

sabato 11 giugno 2016

AULA + STAGE: CORSO PER DISOCCUPATI SENZA AMMORTIZZATORE SOCIALE

TECNICHE DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA BIM ORIENTED

Aula + stage + indennità di frequenza

Requisiti obbligatori:
Il corso è riservato a:
- maggiorenni
- residenti o domiciliati sul territorio regionale che si trovano in stato di disoccupazione ed hanno usufruito in passato di un ammortizzatore sociale e lo hanno perduto, come previsto dal decreto 578/LAVFOR.FP del 30 marzo 2015.

Requisiti preferenziali:
In fase di Selezione verranno prese in considerazioni anche esperienze o competenze relative al profilo.
Nello specifico verranno tenuti conto per i prerequisiti Professionali/Formativi:
- laurea in architettura o in ingegneria edile
- maturità di geometra o di perito edile
- esperienza di progettazione nel settore edile
- frequenza (anche senza aver completato) percorsi formativi coerenti col profilo professionale
- conoscenza di software CAD
- conoscenze e competenze linguistiche pari al livello A2 del Quadro di riferimento europeo per la lingua inglese



Verranno valutate positivamente anche le competenze e abilità attitudinali per quanto riguarda:
- affidabilità e disponibilità
- capacità di analizzare e di risolvere i problemi
- capacità organizzativa, di pianificazione dei tempi e delle risorse disponibili
- motivazione, interesse e predisposizione al ruolo
- rigore e precisione
- senso dell'organizzazione
- spirito logico e metodico

Partecipo all'iniziativa come Istruttore per i corsi relativi ai software AUTODESK, ovvero 3ds MAX, per la realizzazione del render del progetto, e AutoCAD per la rappresentazione del progetto in 2D.

Qui il LINK DIRETTO

giovedì 2 giugno 2016

IAL PORDENONE - PROGETTAZIONE EDILE E RAPPRESENTAZIONE GRAFICA



Da alcune settimane mi trovo presso lo IALFVG di Pordenone, per tenere delle lezioni sulla progettazione parametrica BIM mediante il software AUTODESK Revit. Il corso gratuito, denominato: "PROGETTAZIONE EDILE E RAPPRESENTAZIONE GRAFICA" ricade nel Piano Integrato di Politiche per l'Occupazione e per il Lavoro (PIPOL). E' gratuito, per disoccupati residenti in Friuli Venezia Giulia e ha la finalità di fornire i più moderni strumenti per la realizzazione di un edificio tridimensionale completo e fotorealistico con i software AUTODESK Revit , AUTODESK 3ds Max, ADOBE Photoshop e un modulo dedicato alla stampa 3D.
Il corso è rivolto a disoccupati residenti in Friuli Venezia Giulia iscritti a PIPOL.

Per la parte che mi compete presenterò il concetto di BIM (Building Information Model) con AUTODESK Revit. Il sistema consente, con l'uso di oggetti parametrici, di avere una gestione centralizzata del progetto, dei suoi dati grafici (i modelli 3D, le tavole tecniche) e di quelli analitici (computi, documentazione, ecc.). Una volta compresa l'interfaccia grafica e gli strumenti di gestione del disegno più importanti (Muri, Porte, Finestre, Scale, Tetti, Solai, Ringhiere, Facciate continue) ci si addentrerà nell'impostazione del progetto, dei livelli e delle viste. Creato il modello 3D si imparerà ad estrapolarne la documentazione: piante quotate, prospetti, sezioni, viste 3D e spaccati, creando infine le tavole tecniche complete di squadrature e cartigli. Verranno implementati dei semplici render di presentazione alle tavole tecniche sfruttando il modulo di render di AUTODESK Revit.

I moduli previsti di 
3D STUDIO MAX, PHOTOSHOP e di STAMPA 3D, completeranno il percorso formativo.

domenica 29 maggio 2016

COLLABORAZIONE BIM/REVIT (ANNUNCIO)

Per crescita professionale cerco uno studio o una azienda di Udine o immediata periferia, che preveda l'adozione del Building Information Modelling con Revit di AUTODESK.
Offro: ingresso accelerato al BIM tramite le competenze già acquisite per esperienza diretta o come istruttore.
Cerco: libertà di movimento e possibilità di studio ed aggiornamento, part-time.

Sono interessato soprattutto ad ampliare le conoscenze sui seguenti argomenti:
modellazione avanzata concettuale; modellazione parametrica a nodi con Dynamo, personalizzazione f
amiglie,  documentazione avanzata (computi); visualizzazione tramite render; simulazioni energetiche.

mail: info@dellaschiava.it tel: 392.3436495.

L’Europa si è già mossa da tempo e punta a far diventare il BIM un processo standard per tutti gli edifici e per i contratti pubblici di tutta l’Europa, come da direttiva 2014/24/EU. L’adozione della direttiva prevede che i 28 stati membri incoraggino l’utilizzo del BIM nei rispettivi paesi per i progetti finanziati con fondi pubblici nell’Unione Europea a partire dal 2016. Ricordo inoltre che, il Ministro delle Infrastrutture Delrio ha recentemente dichiarato che, dopo un periodo sperimentale di 12/14 mesi il Building Information Modeling (BIM) diventerà obbligatorio per le opere pubbliche e negli appalti di importo superiore alla soglia comunitaria (5.225.000 euro per i lavori, 135.000 euro per i servizi e i concorsi di progettazione aggiudicati dalle amministrazioni governative, 209.000 euro per i servizi e i concorsi di progettazione aggiudicati dalle altre amministrazioni).


giovedì 21 aprile 2016

ALA Assoarchitetti - Tecniche Nuove - ATC AM4, la formazione oltre l’obbligo.

"Da quando, nel 2014, anche il mondo delle professioni tecniche ha visto l’introduzione dei Crediti Professionali Formativi (CFP), l’imposizione normativa ha generato una rincorsa generalizzata al credito, spesso indifferente al contenuto tematico alla base dello stesso. Ma obbligo non significa necessariamente apprendimento sterile: è invece da una profonda riflessione su come questa evoluzione normativa rappresenti un’opportunità di crescita senza precedenti nella storia delle professioni tecniche in Italia, che nasce oggi la collaborazione tra ALA Assoarchitetti, Tecniche Nuove ed Accademia Tecniche Nuove." da APPLICANDO rivista dedicata al mondo Apple di Tecniche Nuove. LINK

In questo contesto mi inserisco quale Istruttore Accreditato AUTODESK presso l'ATC AM4 di Lecco. AM4 da anni collabora con Tecniche Nuove la quale, insieme ad ALA Assoarchitetti, danno vita a un percorso formativo che, nelle intenzioni di tutti, vuole diventare in breve tempo un punto di riferimento riconosciuto per la varietà e l’autorevolezza dei contenuti proposti.

I corsi sono dedicati a tutti ma in particolare agli Architetti iscritti all'Ordine, i quali in questo modo hanno la possibilità di potersi creare un proprio percorso di crescita professionale che, assolvendo a un obbligo imposto dal Legislatore, nel contempo apre nel medio periodo concrete possibilità di specializzazione e di accesso a nuove fasce di mercato, grazie alla  grande varietà di tematiche che la formazione obbligatoria propone. Un valore aggiunto per i clienti del mondo professionale quindi, ma non solo: una grande opportunità di arricchimento e di apertura al confronto per i professionisti stessi.

In questa ottica nasce l’accordo per una nuova via autorevole e certificata verso un’offerta formativa di elevato livello, che si concretizzerà in corsi a distanza (FAD), residenziali (RES) e misti (parte a distanza e parte residenziali).

La prima offerta formativa per il 2016 vede, tra gli altri, la pubblicazione di tre videocorsi in categoria FAD (formazione a distanza) da me realizzati ed in fase di accreditamento presso il CNAPPC, per l’ottenimento di crediti formativi professionali (CFP).

3DS Max Architettura  (Richiesti 9 CFP)
3DS Max Design Interni  (Richiesti 8 CFP)
3DS Max Lighting Design (Richiesti 8 CFP)